I, BANQUO A "IL GIARDINO RITROVATO. ARTE, MUSICA E SPETTACOLI A PALAZZO VENEZIA"

Museo Nazionale di Palazzo Venezia - ArtCity2017

Lunedì 3 luglio 2017 - Spettacolo

I-Banquo

I, BANQUO

di Tim Crouch dal Macbeth di William Shakespeare
traduzione Pieraldo Girotto
regia Fabrizio Arcuri
con Enrico Campanati e con Matteo Selis
produzione Fondazione Luzzati Teatro della Tosse

lunedì 3 luglio ore 21.00
Roma, Palazzo Venezia - ArtCity2017

Enrico Campanati, per la prima volta diretto da Fabrizio Arcuri, veste i panni di Banquo in un appassionante one-man show che muove il pubblico tra risate e lacrime. Il linguaggio arguto e brillante di Tim Crouch, uno dei più importanti drammaturghi contemporanei della nuova generazione londinese, è qui al servizio del bardo. Il testo di Crouch, mai rappresentato in Italia prima d'ora, fa parte infatti della quadrilogia I, Shakespeare che dà voce ai personaggi secondari (o minori) dei suoi drammi più noti e a cui recentemente è stato aggiunto un quinto episodio. Oltre a Banquo, Crouch ha infatti dato voce a Calibano, Fior di Pisello, Cinna e Malvolio.

Fabrizio Arcuri si forma all'interno del DMS dell'Università di Roma La Sapienza e segue come assistente il Tito Andronico di Peter Stein. Nel 1991, fonda la compagnia Accademia degli Artefatti con la quale collabora tutt'ora e nel 2004 si concentra sulla scoperta della drammaturgia contemporanea e sposta la sua ricerca verso un teatro politico e legato ad una nuova idea dell'attore. Sono di questi anni spettacoli come Phaedra's love di Sarah Kane, Tre pezzi facili di Martin Crimp e Spara, trova il tesoro e ripeti di Mark Ravenhill. Nel 2012 riceve il Premio Hystrio come regista. Nello stesso anno, nascono le prime importanti collaborazioni internazionali: produce con lo Stabile di Torino e la Volksbuhne di Berlino il Fatzer di Bertold Brecht e, sempre nel 2012, con il Residenti Théâtre di Monaco di Baviera produce Sangue sul collo del gatto. Nel 2013 rappresenta l'Italia alla Biennale di Venezia teatro con il ciclo I, Shakespeare di Tim Crouch. Tra il 2007 e il 2009 è regista assistente di opere liriche e teatrali per Luca Ronconi, con cui collabora all’interno del Centro Teatrale Santa Cristina.
Nel 2006, collabora all’ideazione di Short Theatre con AREA06, manifestazione diventata negli anni il punto di riferimento capitolino per la creazione contemporanea nazionale e internazionale. Con AREA06 è membro dell'Associazione Scenario e commissario per la selezione dei progetti under35 che partecipano alla selezione e all’omonimo Premio. Dal 2009 al 2011 dirige per il Teatro Stabile di Torino il Festival internazionale Prospettiva, sul concetto di rappresentazione in epoca contemporanea, che gli vale il premio UBU come progetto speciale nel 2011. Dal 2008 è il regista del Festival Internazionale delle Letterature di Massenzio a Roma. Nel triennio 2015-2017 numerose sono le regie al Teatro di Roma e al CSS di Udine.
Nel 2016 ha collaborato alla direzione artistica del Festival delle Letterature di Roma e gli viene affidata la coordinazione artistica generale, nonché la regia della serata Circo Massimo e degli eventi del primo gennaio del Capodanno di Roma 2017. Nel 2017 cura la regia di MATERIALI PER UNA TRAGEDIA TEDESCA, produzione CSS di Udine.